DoveComeQuando - Compagnia teatrale e associazione culturale

 Menu





INVENTARIA 2019 - IX edizione
IX ed. 2019 - VIII ed. 2018 - VII ed. 2017 - VI ed. 2016 - V ed. 2015 - IV ed. 2014 - III ed. 2013 - II ed. 2012 - I ed. 2011

  Seguici anche su


Cartellone

Presentazione

Locandina e libretto di sala

Giuria, premi e vincitori

Credits e rassegna stampa



  NO POTHO REPOSARE  


  16 giugno  ore 21.00 
 Teatro Studio Uno 


Pastore


 Prima romana 


NO POTHO REPOSARE




di e con Vincenza Pastore
con la partecipazione alle ombre e musiche di Eloisa Gatto


Sezione Corti teatrali



Creazione ispirata al romanzo "La vedova scalza" di Salvatore Niffoi (Premio Campiello 2006) tra ombre e note di fisarmonica

La giovane protagonista è una vedova, Mintonia, a cui un'autorità ha massacrato il marito. In questa opera teatrale ci si trova immersi in un mondo arcaico e feroce. In questo mondo arcaico Mintonia e Micheddu si conoscono e si amano con l'urgenza prepotente ed esclusiva che è propria degli amori infantili. E continueranno ad amarsi per sempre.
Il giorno in cui uccideranno Micheddu a tradimento, Mintonia deciderà di lasciare quel paese maledetto, di andarsene altrove. Prima, però, compirà la sua vendetta: la morte di Micheddu non può restare impunita. Mintonia è il centro della storia, con il suo amore e la sua gelosia, con la sua rabbia e la sua ferocia da eroina tragica.
Mintonia: diversa dalla famiglia; diversa dalle figlie analfabete dei contandini; diversa dalle donne del paese prive di un pensiero proprio, asservite ai loro mariti, ai padri e al potere fascista. L'amore di Mintonia per la sua terra d'origine, l'amore per la libertà, l'amore sconfinato, testardo, doloroso, puro per il proprio uomo, Micheddu. Mintonia è la donna emancipata che emancipa e addirittura anticipa l'emancipazione femminile; ma a Mintonia nulla serve la propria cultura e la propria intelligenza, dopo l'uccisione di Micheddu, non ha riserve, critica e svela tutta la corruzione, che si manifesta nel mondo, con un atto estremo, ma catartico e purificatore.

Premi:
- Il testo “Carmela non cammina mai scalza”, estratto dal testo “Chi ninete fu”, vince il premio della giuria popolare ne “La notte della drammaturgia contemporanea”, Festival Shakespeare is now, Teatro Ex Drogheria, Bergamo 2018
- Premio miglior autore a Giuseppe Pipino, Festival Belli Corti, Concorso di drammaturgia Contemporanea, Nuovo Teatro San Paolo, Roma 2019
- Emergenze Romane! Residenza Sala Romateatri per lo spettacolo Macbeth. Aut Idola Theatri, Compagnia Ragli
- Premio Hystrio alla Vocazione 2017 a Dalila Cozzolino


All’età di 14 anni incontra il regista cileno J.M. Serrantes, che segue per cinque anni. A Milano frequenta diverse scuole di formazione attorale. Nel 2004 viene selezionata per la Ecole des Femmes diretta dal Maestro Pedagogo Jurij Alschitz a Mosca. Completa i suoi studi con un Master di specializzazione di Alta Formazione presso il Teatro Eliseo di Roma, Teatro Due di Parma, Accademia dei Filodrammatici e Piccolo Teatro di Milano che le permettono di incontrare numerosi maestri e registi. Nel corso degli anni ha l’opportunità di conoscere e collaborare con Davide Iodice, Renato Sarti, Serena Senigaglia, Leo Muscato, Rodrigo Garcia, Gigi Dall’Aglio, Michela Lucenti, Claudio Autelli, Cesar Brie. Partecipa a documentari, cortometraggi, reading, caffè letterari, serate poetiche, Collabora con poeti e scrittori (Sanja Lucic, Andrea De Carlo, Ignazio Pepicelli) e con diverse compagnie tra cui il Piccolo Teatro Pratico, la Manufattura, Odemà. Conduce laboratori di teatro per adulti e bambini, rifugiati politici, anziani, persone diversamente abili e affette da alzheimer.

 




 INFO, BIGLIETTI E ACCREDITI 

• Info e Prenotazioni
   - DoveComeQuando: inventaria@dovecomequando.net o 320-11.85.789, 334-75.29917.
   - Teatro Trastevere: info@teatrotrastevere.it o 06-58.14.004 .
   - Carrozzerie n.o.t.: carrozzerienot@gmail.com o 347-18.91.714.
   - Teatro Argot Studio: info@teatroargotstudio.com o 06-58.98.111 .
    - Teatrosophia: info@teatrosophia.com o 06-68.80.1089.
    - Teatro Studio Uno: info.teatrostudiouno@gmail.com o 349-43.56.219.


• Biglietti
   - Intero: 12 euro
   - Ridotto: 9 euro
   - Abbonamento a 22 euro (anzichè 36) per tre serate a scelta.
   
I biglietti ridotti sono riservati ai partecipanti di una qualsiasi edizione di Premio di drammaturgia DCQ-Giuliano Gennaio, concorso fotografico Scene da una fotografia, e Festival Inventaria, ma solo previa prenotazione tramite email ad inventaria@dovecomequando.net.
   
La tessera del teatro costa 3 euro al Teatro Argot Studio e a Carrozzerie n.o.t, 2 al Teatro Trastevere e al Teatrosophia, ed è gratuita al Teatro Studio Uno.

• Accrediti
   - ArtInConnessione: info@artinconnessione.com o 393-29.69668.




  GLI SPETTACOLI DI INVENTARIA  



SPETTACOLI: Un qualche rumore faDov'è la vittoriaCiccioni con la gonna Otello S.r.l.


FUORI CONCORSO: Virginedda addurata'O pesce palla
Io sono partitoPensare - programma delicatoMILF - Mamma Insegnami La Felicità


MONOLOGHI/PERFORMANCE: Signorina lei è un maschio o una femmina?Allenarsi a levarsiExpat UndergroundUna vita all'istante Non ricordo


CORTI TEATRALI: N-EnneQuiNo potho reposareAd sidera. Verso le stelle


DEMO: Il settimo continenteAnnaIl bagattoD'acqua e di veleYour body is a battlegroundMare anarchico5 discorsi per distruggere meLa parabola di StanleyOblioA braccia aperteChi niente fu







 CON LA COLLABORAZIONE DI 







Torna al cartellone del Festival