DoveComeQuando - Compagnia teatrale e associazione culturale

a te, Giuliano

Sommario




1 - Festival INVENTARIA: i vincitori 2021!

2 - Drammi di Forza Maggiore: nuovo bando 2022!

3 - In scena al Premio Rostagno 2021: Il viaggio

4 - Corso di teatro DCQ 2021-2022: se fai teatro...si vede!

5 - Drammi di Forza Maggiore SHOW! 2021: in tour sul Gran Sasso

  Seguici anche su

In evidenza



I vincitori
di INVENTARIA 2021




7-17 ottobre 2021

Fortezza Est e Teatro Trastevere, Roma

Online bando 2022:
premio di drammaturgia




Scadenza 20 maggio

Premio minimo garantito 500 euro

In scena al Premio Rostagno 2021:
Il viaggio




21 novembre 2021

AP ACCADEMIA, Roma

Corsi di teatro DCQ 2021-2022




Ottobre-giugno

Roma





 Menu





Dal sommario: 


 

  1  

  INVENTARIA 2021:   i vincitori del Festival








Lo scorso ottobre è andata in scena la undicesima edizione del Festival Inventaria, ospitata dal Teatro Trastevere e da Fortezza Est.

Gli spettacoli in concorso erano cinque: The Show (Elisa Denti), Scomodi! (Scomodi), Stand up poetry (Lorenzo Maragoni), Il mito della bellezza (Barbara Villa) e (Lei) Lear (Muchas Gracias Teatro).

Siamo felici di annunciare il vincitore di Inventaria 2021 - anzi, i vincitori, poiché si tratta di un ex aequo!

(Lei) Lear, di e con Chiara Fenizi e Julieta Marocco, regia di Chiara Fenizi, Julieta Marocco, André Casaca

Stand Up Poetry, di e con Lorenzo Maragoni

hanno infatti conquistato la preferenza di 3 teatri partner ciascuno, aggiudicandosi i relativi premi e dividendosi il resto della posta in palio:

- il premio in denaro offerto dalla compagnia DoveComeQuando (600 euro)

- un buono da 150 euro presso Dino Audino Editore

- 1 sessione di consulenza drammaturgica offerta da ScriptDoctor & PlayDoctor

- 1 servizio fotografico a cura di Davide Peluso

Pietro Dattola - direttore artistico

"INVENTARIA", dal latino invenio, trovare;
"INVENTARIA", come invenzione, novità;
"INVENTARIA", come inventario, molteplicità;
"INVENTARIA", come ventata d'aria, d'aria fresca.
Nelle sue mille declinazioni, il teatro è ossigeno, sa sorprendere, respira da millenni!




QUANDO
 7-17 ottobre 2021

DOVE
 Fortezza Est, Teatro Trastevere
 

COME
 Live  



Aggiornato il 15 5 2022

 

  2  

  Drammi di Forza Maggiore 2022:  nuovo bando online!







Agli impedimenti posti da cause di forza maggiore si può e si deve rispondere solo in un modo: reagendo con una forza ancora maggiore. Una forza interiore. Una forza da condividere. Una forza che permetta di mantenere dritta la barra anche se il mondo intorno a te è in tempesta.

Sperimentare, aprirsi, entrare in contatto, confrontarsi.
Queste sono le finalità di chi sceglie di partecipare a Drammi di Forza Maggiore.

Scarica qui il bando integrale di Drammi di Forza Maggiore 2022.

Perché, partecipando, avremo tutti una forza maggiore

Il meccanismo del Premio è stato pensato per favorire - e, in alcuni casi, introdurre ex novo - alcune dinamiche dalle quali tutti possono trarre vantaggio, dagli autori più esperti a quelli alle prime armi:

- si può crescere in modo protetto: tutti i partecipanti (sempre anonimi, salvo i finalisti) possono toccare subito con mano ciò che ha convinto di più i primi selezionatori e confrontarsi con i testi finalisti per trarne indicazioni utili di ogni tipo;

- si semina interesse e si favoriscono le collaborazioni: i finalisti possono far conoscere subito i loro testi a una platea che molto probabilmente include anche autori-registi e autori-attori: il modo migliore per seminare immediatamente interesse e favorire in vista di una messa in scena l'emersione di collaborazioni che sarebbero state altrimenti impossibili;

- si è, in ogni caso, protagonisti attivi: sono gli stessi partecipanti - tutti - a eleggere il testo migliore, con un meccanismo anti-distorsivo di provata efficacia nel tempo;

- per la prima volta, l'investitura del testo vincitore è democratica: sono i suoi pari a giudicarlo il migliore tra tutti, autonomamente e in pieno anonimato;

- il concorso è al tempo stesso trasparente e anonimo: dalla somma raccolta per il montepremi alle votazioni, tutto è trasparente e rendicontato, mentre l'anonimato dei partecipanti (e votanti) è garantito dalla pubblicazione del solo titolo dell'opera inviata, senza indicazione del nome.

Il Premio si articola in due fasi.

Nella prima fase, i testi - ricevuti in forma anonima - saranno esaminati dai membri della compagnia DoveComeQuando per individuare da 2 a 3 finalisti.
Nella seconda fase, i testi finalisti saranno inviati a TUTTI i partecipanti del Premio, i quali, dopo averli letti, dovranno far pervenire la propria valutazione, contribuendo in maniera decisiva all'individuazione del dramma di forza maggiore.

Il premio finale consiste in una cifra pari al 70% del totale delle quote di partecipazione.
In ogni caso, la compagnia DoveComeQuando garantisce un montepremi minimo di 500 euro.

Sono previsti due tipi di quote di partecipazione:
- early bird: testo iscritto entro il 30 aprile (10 euro)
- standard: testo iscritto dall'1 al 20 maggio (15 euro)

Scarica qui il bando integrale di Drammi di Forza Maggiore 2022.


Il Dramma di forza maggiore 2021 è stato annunciato il 5 maggio, con la pubblicazione dei voti, della classifica e della motivazione collettiva: puoi vedere qui i finalisti e il vincitore della I edizione.

Un reading dei 5 testi finalistisi è tenuto 16-17 luglio 2021 al Teatro Trastevere di Roma, e poi il 1 agosto a Santo Stefano di Sessanio (AQ) durante il Festival del Gran Sasso.



QUANDO
 iscrizione 30 aprile-20 maggio

DOVE
 Online
 

COME
 500 euro premio garantito  



Aggiornato il 28 3 2022

 

  3  

  In scena al Premio Rostagno 2021:   Il viaggio  



di Paolo Bignami
regia
Pietro Dattola
con: Alessandra Aulicino e Flavia Germana de Lipsis
elementi di scena Alessandro Marrone








Torna in scena sabato 21 novembrein concorso nel Premio Mario Rostagno un classico della Compagnia DoveComeQuando, Il viaggio .

Due donne di epoche e origini diverse s'incontrano in stazione. Silvia, donna meridionale del dopoguerra, deve andare "dall'altra parte", in cerca di lavoro; Petra - dopo esserci stata, dall'altra parte - sta tornando al suo paese. Unite dalla comune condizione di chi è costretto ad abbandonare la propria terra, dai timori, dallo straniamento, dalle ruvidezze e dall'eterna attesa del treno della vita, ma anche dalle speranze, dalla dolcezza dei ricordi, dall’istintivo desiderio di chiamare “casa” il posto dove – seppur per poco tempo – ci si trova bene, sono però divise dal germe della diffidenza, mentre la stazione comincia ad affollarsi e la massa dei partenti a premere.

Due storie individuali che gradualmente si intrecciano in un delicato equilibrio, diventando universali nel raccontare della ricerca estrema di una vita migliore, di cosa tale ricerca comporta, di come il viaggio stesso cambia chi lo ha intrapreso, di come ognuno di noi potrebbe vivere una prova del genere.

Nello scenario immaginifico dell'incontro di due epoche diverse in cui gli stessi problemi sembrano ricorrere in forme nuove, il viaggio da compiere è soprattutto interiore: è quello che porterà a identificarsi nell'altro, a "vederlo", riconoscendo in esso e nella massa che preme non un'indistinta minaccia, ma altri esseri umani, corpi caldi e pulsanti, concentrati di speranze e paure simili alle proprie.



Il viaggio (col titolo Il viaggio che non ho fatto ha vinto il Premio di drammaturgia DCQ - Giuliano Gennaio 2016 "per la capacità di affrontare un argomento di estrema attualità come quello dell'immigrazione senza patetismi e non limitandosi alla denuncia ma concentrandosi piuttosto, in positivo, sulle speranze e sui sogni delle due protagoniste, favorendo un quantomai auspicabile cambio di prospettiva; l'incontro (concreto) di due epoche diverse, il linguaggio vivo, i toni (anche leggeri) e i tre piani in cui si muovono le protagoniste sono tutti elementi che stimolano alla messa in scena"





QUANDO
 21 novembre, dalle ore 17.00

DOVE
 AP ACCADEMIA
 

INDIRIZZO
 Via Contardo Ferrini 83, Roma
 



Aggiornato il 10 novembre 2021

 

  4  

  Corso di teatro DCQ 2021-2022  : se fai teatro...si vede!



Corpo, voce e improvvisazione

Ottobre 2021 - Giugno 2022












Se fai teatro... si vede!

Divertiti, conosci te stesso, sii te stesso... e anche no!

Dal ottobre in Via Silvano 15 a Roma (zona Pietralata), parte la quarta edizione del corso annuale di recitazione targato Dovecomequando e condotto da Flavia Germana De Lipsis e Pietro Dattola.

Sì inizia il 4 ottobre per gli adulti ed il 26 ottobre per i ragazzi/e.

Gli incontri, tutti i lunedì sera per adulti (iniziamo carichi le settimane!) e i martedì pomeriggio per ragazze/i, si focalizzeranno su:
- Corpo
- Voce
- Improvvisazione

e si concluderanno con uno spettacolo finale a giugno 2022.

I partecipanti godranno inoltre di riduzioni per tutti gli spettacoli di DoveComeQuando e del Festival Inventaria 2021 presso i teatri off più importanti della Capitale.

Prenotati per la lezione di prova gratuita.

Per informazioni e prenotazioni: 320-11.85.789 / 349-351.351.3 info@dovecomequando.net

Passaparola!




QUANDO
 Ottobre 2021-giugno 2022

DOVE
 Via Silvano 15, Roma 

COME
 Lunedì adulti,
martedì ragazzi  



Aggiornato il 30 agosto 2021

 

  5  

  Drammi di Forza Maggiore SHOW! in tour:   1 agosto al Festival del Gran Sasso










Dai 5 testi finalisti del concordo di drammaturgia DCQ DRAMMI DI FORZA MAGGIORE 2021, reading in tour a Santo Stefano di Sessanio (AQ) per il Festival del Gran Sasso.

Nato in un anno segnato dall'inattività forzata, Drammi di Forza Maggiore 2021 - dopo aver raccolto, selezionato, messo in vetrina e premiato con votazione collettiva da parte degli stessi autori partecipanti il meglio della drammaturgia italiana partorita nell'ultimo anno - acquista la terza dimensione e diventa SHOW.

Brani scelti dei 5 testi finalisti, tutti estremamente diversi tra loro, saranno oggetto di una lettura drammatizzata fresca e vivace.

Da:
- Car(o)vita di Roberto Simonte
- Discorsi senza punto mentre la verità ciao di Aureliano Delisi e Roberto Ciulla
- Il numero 22 di Alessia Giovanna Matrisciano
- Kraken di Niccolò Matcovich
- La risorsa umana di Marco Grossi

Con il sostegno di e la residenza in Teatro Trastevere

I 5 testi finalisti

CAR(O)VITA
Vicky e Zaira sono due ragazze di un quartiere popolare qualunque che decidono di fare una rapina in un supermercato con lo scopo di rivendere i prodotti rubati a prezzi onesti ai loro vicini.

IL NUMERO 22
La vera storia di amore e di anoressia di santa Caterina da Siena, una ragazza ribelle all’ideale di vita che la sua famiglia le vuole imporre e che trova nell’autodistruzione la via della salvezza, il necessario dire “io sono” che la società negava alle donne del suo tempo.

DISCORSI SENZA PUNTO MENTRE LA VERITÀ CIAO
Un ginocchio e un gomito, il diavolo e un apatico, un supereroe e sua moglie, un leone e una antilope, la Terra e il Sole si confrontano su problematiche diverse ma unite da una sola domanda esistenziale: cosa fare della vita che ci è stata data? E di quella che verrà?

LA RISORSA UMANA
Un giovane candidato si appresta a fare un colloquio di lavoro in un'importante società, ma non immagina quali siano le sue tecniche di selezione...

KRAKEN
L’opinione pubblica è un mostro degli abissi dai mille tentacoli. Ogni tentacolo rappresenta una parvenza di individualità che, in movimento perpetuo con le altre, si amalgama, confonde, aggroviglia, fino a confermare, mai provocare, le intenzioni della creatura.

Qui maggiori informazioni sui testi e interviste agli autori.




QUANDO
 1 agosto 2021

DOVE
 Santo Stefano di Sessanio, L'Aquila
 

COME
 Al Festival del Gran Sasso.  



Aggiornato il 29 7 2021

 

   

Teatro.Org